Festival delle Scuole 2018

Festival delle Scuole 2018

Martedì 1 maggio 2018 presso ITC Lab

L’uomo nuovo | ore 18.00
Intensivo Adolescenti ITC Studio ven. 14-18 anni di San Lazzaro di Savena (BO) 1° gruppo fuori concorso
Grande Circo Inferno | ore 19.30
Intensivo Adolescenti ITC Studio ven. 14-18 anni di San Lazzaro di Savena (BO) 2° gruppo fuori concorso
Un'opera da qualche soldo | ore 21.00
Intensivo Adolescenti ITC Studio ven. 14-18 anni di San Lazzaro di Savena (BO) 3° gruppo fuori concorso
 

posto unico 6 euro

L’uomo nuovo
Intensivo Adolescenti ITC Studio ven. 14-18 anni di San Lazzaro di Savena (BO) 1° gruppo fuori concorso
con Alessandro Bonanni, Valentina Catone, Roberto Di Lao, Irene Fazioli, Annalisa Galvagni, Laura Gnudi, Francesco Lolli, Jacopo Saccomandi, Pietro Solfanelli, Marta Specolizzi, Elena Tassoni, Beatrice Zannoni
regia Caterina Bartoletti, Giulia Franzaresi, Paolo Fronticelli, Francesco Izzo Vegliante
 
Quando le cose vanno male o peggio pure
È logico pensar che basti poco
Che facile sia il rimedio e facili le cure
Oppur che sufficiente sia dar loco
A un uomo in grado di fronteggiar la morte
Un uom tutto d’un pezzo, l’uomo forte
C’è un circo in condizioni misere, abbandonato a sé stesso e popolato da personaggi bizzarri alla ricerca disperata di qualcuno che possa migliorare le cose… un uomo nuovo che guidi tutti fuori dalla crisi. In un susseguirsi di quadri talvolta surreali e al limite del rocambolesco, vedremo sfilare dirigenti, imprenditori, imperatori e salsicciai, tutti intenzionati a comandare, ma nessuno realmente in grado di farlo: ne sarà prova il finale desolante.
 
Grande Circo Inferno
Intensivo Adolescenti ITC Studio ven. 14-18 anni di San Lazzaro di Savena (BO) 2° gruppo fuori concorso
con Giulia Bassotti, Mario Bonfanti, Matilde Cella, Nicolò Cevenini, Mattia Commissari, Diego Damiani, Giovanna De Nigris, Eleonora Geraci, Alice Landi,Francesca Marchi, Margherita Marchioni, Yari Lorenzo Mezzetti, Piero Monti, Agnese Testoni
regia Caterina Bartoletti, Giulia Franzaresi, Paolo Fronticelli, Francesco Izzo Vegliante
 
Venghino signori, venghino! Avvicinatevi! Da questa parte. Non abbiate paura! Lo abbiamo fatto per voi.  Solo per voi. Ed ecco per voi… uno spettacolo satirico, euforico, circense, gastrico, classico, metafisico. Il Grande Circo Inferno! Un luogo metaforico dove il ricco si arricchisce e il povero impoverisce; dove il presentatore presenta e il direttore si “pappa” tutto; dove le donne scioperano e il generale abbaia; dove le mogli urlano e i sindacalisti protestano; dove gli animatori animano e i ladri sognano. E dove tutti, ma proprio tutti, rivogliono la pace e la libertà. Una delirante utopia, una riflessione sulla crisi finanziaria, sul salario che scarseggia, sulla politica che s'atteggia, sul trash che avanza, sulla panza. E allora venghino signori e signore. Lustratevi gli occhi, aprite gli orecchi, ci siete arrivati!  Benvenuti signori! Welcome!  Al luccicante rutilante immenso fantasmagorico show del nulla eterno. Ecco a voi solo per voi il Grande Circo Inferno!
 
Un’opera da qualche soldo
Intensivo Adolescenti ITC Studio ven. 14-18 anni di San Lazzaro di Savena (BO) 3° gruppo fuori concorso
con Emiliano Battisti, Martina Bortolotti, Enrico Cavina, Fabrizio Chiaro, Eugenio Dal Pozzo, Paolo De Angelis, Clelia De Nigris, Aurora Fontana, Alessia Gravili, Maccaferri Alex, Marchi Francesca, Asia Mearini, Michela Romagnoli
regia Caterina Bartoletti, Giulia Franzaresi, Paolo Fronticelli, Francesco Izzo Vegliante
 
Venite gente venite! Apre le porte il Circo Peachum! Vi accompagniamo a fare un giro tra i bassi fondi! Qui la vita vale appena qualche soldo! Qui chi si sposa per amore è chiamato sgualdrina, perché il matrimonio è un affare che ha la sue convenienze! Qui le minacce sono un modo per chiudere delle trattative! Il tradimento è la norma, il raggiro è un’arte, la rapina è un’arte, il delitto qualcosa da evitare (fino a quando non ne nasce la necessità), mendicare è un’occupazione nobile da esercitare con precisione e abnegazione seguendo regole precise. Banditi, prostitute, affaristi, capitani, guardie, tutti implicati e nessuno escluso! Da qui nasce la domanda: che cosa è “cattivo”? E cosa è “buono”? In un mondo piegato alla regola del denaro fino al parossismo e in una società in cui ogni valore è stato gettato nel fango fino a rendere lo sporco stesso a sua volta un valore, su cosa si fonda la scintilla dell’esistenza? Amori, amicizie, relazioni, l’empatia, che senso assumono? Sempre che in un mondo costruito su queste basi un senso lo assumano ovviamente…
 

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202