Festival delle Scuole 2018

Festival delle Scuole 2018

Mercoledì 2 maggio 2018

Il sogno di Uncina | ore 19.00
Otelab di Ozzano dell’Emilia (BO) 1° gruppo fuori concorso
L’uomo nuovo | ore 19.30 | ITC Lab
Intensivo Adolescenti ITC Studio ven. 14-18 anni di San Lazzaro di Savena (BO) 1° gruppo fuori concorso
Le meravigliose avventure della Baronessa di Münchausen | ore 20.30
Otelab di Ozzano dell’Emilia (BO) 2° gruppo fuori concorso
 

posto unico 6 euro

Il sogno di Uncina
Otelab di Ozzano dell’Emilia (BO) 1° gruppo fuori concorso
con Michela D’Alessandro, Silvia Forte, Alice Fuligno, Flavio Internicola, Filippo Maioli, Katerina Miladinovic, Jessica Nardi, Giorgia Preti, Agnese Samaritani, Sofia Zanarini
scenografie e costumi Luana Pavani
testo e regia Frida Zerbinati
 
Il sogno di Uncina è una libera reinterpretazione al femminile del capolavoro di J. M. Barrie e porta con sé l’ironia del mondo dei pirati, unito alla magia della fantastica storia di Peter Pan.  È il compleanno di Uncina, sorella del famoso Capitano, ora al comando in sua vece a causa della misteriosa scomparsa del fratello. Attorniata dal suo esercito di piccole piratesse (e due pirati), la capitana soffre della stessa malattia del fratello scomparso: fuggita anni prima dall’isola che non c’è, ora è triste e malinconica e parla con la luna! Il suo stato d’animo preoccupa tutti, in particolare Spugna, che la crede completamente pazza come lo divenne Uncino. La realtà è che, anche alla più cattiva delle cattive, serve un amico. O un nemico, dipende dai punti di vista. Una nuova motivazione darà alla protagonista nuova carica e vigore e farà tornare Giacomo Uncino a comando della sua Ciurma. I piccoli allievi Otelab sono pronti per l’assalto e noi a riempierli di applausi.
 
L’uomo nuovo
Intensivo Adolescenti ITC Studio ven. 14-18 anni di San Lazzaro di Savena (BO) 1° gruppo fuori concorso
con Alessandro Bonanni, Valentina Catone, Roberto Di Lao, Irene Fazioli, Annalisa Galvagni, Laura Gnudi, Francesco Lolli, Jacopo Saccomandi, Pietro Solfanelli, Marta Specolizzi, Elena Tassoni, Beatrice Zannoni
regia Caterina Bartoletti, Giulia Franzaresi, Paolo Fronticelli, Francesco Izzo Vegliante
 
Quando le cose vanno male o peggio pure
È logico pensar che basti poco
Che facile sia il rimedio e facili le cure
Oppur che sufficiente sia dar loco
A un uomo in grado di fronteggiar la morte
Un uom tutto d’un pezzo, l’uomo forte
C’è un circo in condizioni misere, abbandonato a sé stesso e popolato da personaggi bizzarri alla ricerca disperata di qualcuno che possa migliorare le cose… un uomo nuovo che guidi tutti fuori dalla crisi. In un susseguirsi di quadri talvolta surreali e al limite del rocambolesco, vedremo sfilare dirigenti, imprenditori, imperatori e salsicciai, tutti intenzionati a comandare, ma nessuno realmente in grado di farlo: ne sarà prova il finale desolante.
 
Le meravigliose avventure della Baronessa di Münchausen
Otelab di Ozzano dell’Emilia (BO) 2° gruppo fuori concorso
con Luna Alberoni, Martina Benfenati, Chiara Casali, Rebecca Cristallo, Giorgia Guercio, Rodolfo Internicola, Sofia Miladinovic, Alessandro Paruolo, Irene Preti, Jamie Daniel Steel, Massimiliano Musto
scenografie e costumi Luana Pavani
testo e regia Frida Zerbinati
 
Lo spettacolo, tratto dal celeberrimo film di Terry Gilliam del 1988, Le meravigliose avventure del Barone di Münchausen, prende il suo protagonista e lo trasforma in una fantastica Baronessa, quasi a voler dimostrare, per par condicio, che anche la sua versione femminile è in grado di reggere la fatica, al pari del Barone originario. Una leggendaria Baronessa, un personaggio che sembra uscito da un libro di fantasia, che racconta, come un’antica cantastorie, del come è riuscita a mettere in barba la morte nelle sue innumerevoli e fantastiche avventure. Sostenuta dai suoi meravigliosi servitori e da una compagnia di attori che ancora crede al potere della fantasia, la Baronessa di Munchausen mantiene la sua promessa di salvare la città, da lungo tempo assediata dai turchi. Uno spettacolo nello spettacolo, nel quale i giovani attori e le giovani attrici allievi Otelab, si trovano a giocare destreggiandosi tra scenografie e costumi in movimento, per dimostrare al loro pubblico e a sé stessi che è ancora possibile credere alle favole, se ci si mette d’impegno.
 

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202