Festival delle Scuole 2018

Festival delle Scuole 2018

Martedì 15 maggio 2018

Il sole splende per tutti | ore 20.00
Scuola Secondaria di I Grado E. Panzacchi di Ozzano dell’Emilia (BO) interclasse 2^ fuori concorso
Si sta come... le foglie | ore 21.00
Scuola Secondaria di I Grado E. Panzacchi di Ozzano dell’Emilia (BO) interclasse 3^ fuori concorso
 

ingresso gratuito

Il sole splende per tutti
Scuola Secondaria di I Grado E. Panzacchi di Ozzano dell’Emilia (BO) interclasse 2^ fuori concorso
con Lia Careri, Guglielmo Catena, Sofia Crivaro, Cristian De Lorenzo, Veronica Fabbri, Erwin Daniele Frediani, Alessia Gherardini, Pietro Kirill Magli, Maria Giorgia Lecca, Matteo Menetti, Noemi Nanni, Elisa Negrini, Pietro Pieraccini, Lucia Rapisarda, Sara Scuderi
regia Biljana Hamamdzieva
 
Il traguardo del diritto di voto è il risultato di un lungo percorso attraverso la trasformazione della condizione, del ruolo e dell’immagine della donna nei secoli. I ragazzi di oggi cosa pensano e soprattutto come vedono la lotta delle donne per questo diritto fondamentale?
Nell’ambito di Diritti di Scena, la rassegna teatrale organizzata da A.N.P.I. San Lazzaro, CGIL Camera del lavoro di San Lazzaro, Libera e Teatro dell'Argine.
 
Si sta come... le foglie
Scuola Secondaria di I Grado E. Panzacchi di Ozzano dell’Emilia (BO) interclasse 3^ fuori concorso
con Viola Altamura, Elisa Asselbergs, Riccardo Balsamo, Giulia Benelli, Federico Benfenati, Camilla Bertesina, Celine Calzolari, Giulia Camilli, Moreno Castanetto, Asdia Cocomazzi, Vittoria Grandi, Imen Hadj, Daria Marin, Andrea Palma, Lisa Rambaldi, Giulia Soldi, Nicola Tassinari, Ilaria Tattini, Nicola Terlizzi, Daniel Tranchitella, Luna Vacchi, Carlotta Velez, Maikol Zanetti, Chiara Zoni
regia Caterina Bartoletti
 
“Vedo… Guardo… Ascolto… Osservo… Guardo dall’alto. Osservo dall’alto il mondo. Il mondo che cambia. Anche quando a volte sembra fermo. Di giorno. Di notte. Quando tutto si sveglia. Quando tutto dorme. C’è sempre qualcosa che si muove. Una foglia. Una persona. Il vento. La polvere. Un suono. Tutto si muove. Tutto cambia. E anch’io. Sono un albero. Vecchio. Molto vecchio. Fino a poco tempo fa avrei detto… longevo. Secolare. Immortale. Da oltre 150 anni vivo in un giardino bellissimo. In una bellissima città. Vivo ad Amsterdam. Al numero 263 di Prinsengracht. E di movimento ne ho visto. E ne vedo tutt’ora”. Un buon vecchio albero racconta con parole semplici, chiare e dolci, ciò che avvenne ad Anne Frank e alla sua famiglia durante la loro permanenza nel “rifugio segreto”: dal loro arrivo, allo sguardo di Anna che sognava e sperava in qualcosa di meglio affacciandosi alla finestra, ai suoi occhi che lo scrutavano al di là del vetro, al suo diario, fino all’arrivo della polizia il 4 agosto 1944.

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202