L'immaginifica storia di Espérer

L'immaginifica storia di Espérer

Giovedì 13 febbraio ore 21.00

Teatro delle Forme
con Antonio Damasco, Laura Conti, Maurizio Verna, Mico Corapi | ideazione e regia Antonio Damasco
 

ingresso gratuito

Espérer è un’isola nata dagli scogli di Ventimiglia e dall’incrocio di molte storie. La prima di queste è quella di  Fridtjof Nansen: scienziato ed esploratore norvegese, ricevette nel 1922 il Premio Nobel per la pace dopo aver inventato il Passaporto Nansen, un originale documento di viaggio che permise ad apolidi e profughi delle guerre di fuggire ai genocidi e ai totalitarismi. Ne beneficiarono 450.000 persone, tra cui alcuni degli artisti che hanno illuminato il secolo scorso: Chagall, Stravinskij e Nabokov. Fu lo stesso Nansen ad elaborare il “Certificato di esistenza”, uno speciale documento che sarà offerto a chi vorrà raggiungere l'isola itinerante di Espérer, la nuova isola europea che non chiederà passaporti alle sue frontiere. Per farne parte bisognerà soltanto esistere.

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202