In assenza. Storie di teatro in carcere ai tempi della pandemia

In assenza. Storie di teatro in carcere ai tempi della pandemia

Mercoledì 22 dicembre 2021 ore 19.30

a cura del Teatro dell'Argine
coordinamento artistico Micaela Casalboni
laboratori a cura di Giacomo Armaroli, Nicola Bruschi, Mattia De Luca, Paolo Fronticelli
videomaker Marco Bifulco | Blue Frame Movies
con i partecipanti al laboratorio teatrale presso la Casa Circondariale di Bologna “Rocco D’Amato” Luigi Capretto, Davide Cifariello, Francesco Gemignani, Paolo Grassi, Luciano Martucci, Pietro Piazza, Fabrizio Vincenzo Pomes, Mattia Procacci, Andrea Rossi, Daverio Ruffilli, Tommaso Russo, Carmelo Sanfilippo, Mozan Shezad, Salvatore Verriglio, Athos Vitali
e con i partner della rete Per Aspera ad Astra
 

ingresso libero - prenotazione consigliata su Eventbrite cliccando qui

Il teatro non è indispensabile. Serve ad attraversare le frontiere fra te e me.
Jerzy Grotowsky
 
«Il teatro è il luogo per eccellenza della presenza o, per meglio dire, della compresenza. Per un grande uomo di teatro, Peter Brook, per dare inizio a un'azione teatrale sono sufficienti un uomo che attraversa lo spazio (non per forza un palcoscenico) e un altro che lo osserva. Bene. Ma come si fa a ricreare questa condizione minima, questo minimo comune denominatore dell'essenza teatrale quando una pandemia globale ti impedisce di condividere quello spazio dove far incontrare attore e spettatore?» (Teatro dell’Argine).
 
Questa serata è dedicata a due creazioni che potevano non esserci. Che hanno rischiato fino all’ultimo di non esserci. E che rappresentano il desiderio, lo sforzo, il lavoro che ha fatto sì che invece ci fossero e fossero – se pure diversissime dal piano iniziale – molto più intense, vissute, volute di sempre.
Sono un cortometraggio e un documentario realizzati nell’ambito del progetto Per Aspera ad Astra, che in tutta Italia, e anche a Bologna, sostiene il lavoro di compagnie teatrali all’interno delle carceri, un lavoro fatto di formazione, di creazione artistica, di scambio. I mesi che vanno da febbraio 2019 a settembre 2021 hanno completamente rivoluzionato questo lavoro e questo progetto, soprattutto in alcune zone d’Italia, tantissimo a Bologna, nel lavoro del Teatro dell’Argine all’interno della Casa Circondariale “Rocco D’Amato” di Bologna, la Dozza. Il documentario racconta quei mesi “in assenza” dei corpi degli attori, degli artisti, di tutti e tutte. Il cortometraggio traspone in una breve opera cinematografica quella che fino a poco tempo fa sembrava un’utopia: quella di voci e corpi che si ritrovano e accendono di nuovo una luce e un senso nel fare, nel fare insieme.
 
Per tutto questo un grazie enorme va a Per Aspera ad Astra, a chi lo ha ispirato e voluto (Carteblanche e Compagnia della Fortezza), a chi lo sostiene (Acri e le varie Fondazioni, tra cui la Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna), a chi lo consente, dentro e fuori dalle carceri, alla squadra, dentro e fuori, del Teatro dell’Argine (nella quale stanno anche Nicola Bruschi, scenografo e insegnante, e Marco Bifulco, che ha portato il cinema a noi teatranti) e ai nostri attori vecchi e nuovi. Dentro e fuori. Grazie.
 
Per Aspera ad Astra - Come riconfigurare il carcere attraverso la cultura e la bellezza
Progetto ideato e capitanato da Carte Blanche / Compagnia della Fortezza, promosso da Acri e sostenuto da Fondazione Cariplo, Fondazione Carispezia, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, Fondazione Compagnia di San Paolo, Fondazione Con il Sud, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione di Sardegna.
 
Le carceri e le compagnie teatrali coinvolte nell’edizione 2020/2021 sono Casa di Reclusione di Volterra (PI) - Carte Blanche / Compagnia della Fortezza, Casa di Reclusione Milano Opera - Opera Liquida, Casa Circondariale di Torino “Lorusso e Cutugno” - Teatro e Società, Casa Circondariale di Palermo “Pagliarelli” - Associazione Baccanica, Casa di Reclusione di Vigevano (PV) – FormAttArt, Casa di Reclusione di Padova - Teatro Stabile del Veneto, Casa Circondariale di La Spezia - Associazione Gli Scarti, Casa Circondariale di Cagliari Uta - Cada Die Teatro, Casa Circondariale di Perugia Capanne - Teatro Stabile dell’Umbria, Casa Circondariale di Bologna “Rocco D’Amato” - Teatro dell’Argine, Casa di Reclusione di Saluzzo (CN) - Voci Erranti, Casa Circondariale di Genova Marassi - Teatro Necessario.
 
Si comunica che per la partecipazione all’evento è richiesto il Green Pass Rafforzato.
Si ricorda che all'interno del teatro è obbligatorio l'utilizzo della mascherina durante tutto lo svolgimento della serata. Si invita il pubblico a mantenere il distanziamento sociale in entrata e in uscita, i posti saranno distanziati come da indicazioni ministeriali.

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202