Festival delle Scuole 2019

Festival delle Scuole 2019

Domenica 12 maggio 2019 ore 15.00

Siamo seri, è solo un gioco
Liceo delle Scienze Umane e Linguistico G. Mazzini di Locri (RC)
After Shakespeare
I.I.S. Bonomi Mazzolari di Mantova
(Senza) Romeo e Giulietta
Liceo Scientifico San Benedetto di Piacenza
 

posto unico € 8,00

Siamo seri, è solo un gioco
Liceo delle Scienze Umane e Linguistico G. Mazzini di Locri (RC)
con Ilaria Albanese, Federica Angì, Michela Bumbaca, Danila Cardenia, Antonietta Commisso, Valentina Figliomeni, Domenico Futia, Giovanni Gimondo, Roberta Jervasi, Domenico Leonello, Emma Mina, Giada Montalto, M. Alexandra Nesci, Matteo Nesci, Sara Novella, Martina Panetta, Luisa Maria Pelle, Giada Romeo, Denise Ruggia, Maria Scali, Angela Schirripa, Elisabetta L. Spanò, Chiara Zaffino
regia Maria Pia Battaglia
 
Un gruppo di ragazzi desidera mettere in scena uno spettacolo. Non avendo uno spazio per le prove, si intrufolano nel magazzino di un teatro. Cercano di organizzare le prove ma devono eludere la presenza intermittente della donna delle pulizie.
 
After Shakespeare
I.I.S. Bonomi Mazzolari di Mantova
con Wadii Anwar, Islam Benguerba, Alessio Bergantin, Rachele Bertoldi, Giada Bossa, Jair Jaider Busselli, Tito Cappelli, Patrik Cazzola, Riccardo De Vincenzi, Mirko Ferri, Emanuele Gaburro, Mirko Gramostini, Manar Haidara, Izaak Jagiello, Abra Khammouz, Gabriel Leanca, Giulia Maestrelli, Davide Mantovani, Annika Marchini, Giacomo Martignoni, Renato Mitolo, Giuliano Patanè, Giovanni Piscitelli, Giacomo Pradella, Aziz Sanogo, Mattia Valdisolo, Pietro Verona, Federico Zamboni, Giacomo Zamboni, Youssef El Golmri Asja Zermian, Samir Zerouali
regia Maria Ida Mongelli, Virna Venturini
 
Con lo spettacolo After Shakespeare la compagnia teatrale de “gli invincibili” conclude una trilogia. Si giunge all’amore: finale tanto atteso. Questo sentimento è considerato prima riconoscibile, dunque possibile, attraverso una crescita nell’empatia e nella libertà. Tali sono le condizioni in cui si sprigiona, portando coloro che ne sono capaci al di là di ogni paura. L’amore, non a caso, ha dentro di sé la forza di generare il nuovo, in opposizione alle dinamiche ordinarie e rassicuranti della banalità. Perciò, iniziando dal finale della tragedia shakespeariana in cui si avverte un profondo risentimento, ci è sembrato naturale arrivare all’assoluzione di chi, secondo la logica comune, probabilmente sarebbe stato condannato per aver favorito l’unione di Romeo e Giulietta. Si afferma la potenza di questo sentimento, allora, che fa sommo l’uomo poiché lo salva dalla tentazione di ergersi ad accusatore dei propri simili. Gli invincibili sul palco e nella realtà mettono eros e civiltà anziché apatia e repressione, preparati a perdonare tutto alla vita.
 
(Senza) Romeo e Giulietta
Liceo Scientifico San Benedetto di Piacenza
con Darling Amoah, Celeste Bruni, Matilde Bruschi, Elisa Costa, Andrea Cuneo, Leonardo Fornaroli, Maria Gifupalli, Pietro Ofidiani, Giorgio Privitera, Selamawit Rubino, Fabrizio Salanitri, Riccardo Todeschini, Simona Vito
regia Maurizio Caldini
 
Si tratta di un libero adattamento da Romeo e Giulietta di William Shakespeare. I protagonisti sono rappresentati da due manichini, quindi non li sentiremo declamare le parole che li hanno resi immortali. Proveremo invece a conoscerli attraverso gli altri personaggi del dramma, che sono considerati secondari ma che possono offrire punti di vista differenti, e per questo più interessati, per conoscere la tragica vicenda dei due innamorati di Verona. In veste sia di colonna sonora che di scenografia, i ragazzi che hanno partecipato al Progetto Musica del Liceo San Benedetto. Saranno chiamati a improvvisare note che potrebbero diventare rumori, suoni o brani veri e propri, eseguiti in base alle suggestioni che gli attori sapranno offrire a loro e al pubblico. I ragazzi sul palcoscenico interagiscono tra loro in un testo che può essere rappresentato sì in un teatro, ma anche in qualunque altro luogo dove si abbia voglia di raccontare una storia e dove ci sia qualcuno che abbia voglia di ascoltarla. Eliminiamo tutto ciò che diventa struttura per provare a lavorare sull’immaginazione e su noi stessi. I ragazzi diventano gli effetti speciali, il Teatro ci metterà solo la sua magia. Uno spettacolo realizzato da ragazzi per ragazzi e adulti, in cui gli attori metteranno in pratica quando hanno appreso nel Progetto Teatro, che al Liceo San Benedetto si sviluppa a cadenza settimanale per l’intero anno scolastico. Molti sono giovanissimi e quasi tutti alla prima esperienza su un palcoscenico. Quindi, prima di tutto, questa partecipazione è un’esperienza, un’esplorazione di sé stessi e degli altri; è una sfida, ma non contro le altre scuole partecipanti: verso noi stessi e i limiti che pensiamo di avere. Un premio alla fantasia.

 

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202