Festival delle Scuole 2019

Festival delle Scuole 2019

Lunedì 13 maggio 2019

Anfitrione di Tito Maccio Plauto | ore 19.00 | ITC Teatro
I.O. De Gasperi – Battaglia di Norcia (PG)
Esodi | ore 19.00 | ITC Teatro
I.I.S. B. Scappi di Castel San Pietro Terme (BO)
 
Pierina e il lupo | ore 19.30 | ITC Lab
Centro 21 di San Lazzaro di Savena (BO) fuori concorso
 

Anfitrione di Tito Maccio Plauto | Esodi: posto unico € 8,00
Pierina e il lupo: ingresso gratuito

Anfitrione di Tito Maccio Plauto
I.O. De Gasperi – Battaglia di Norcia (PG)
con Adelaide Bianchetti, Matteo Boccanera, Martina Cherubini, Lorenzo Flammini, Pamela Funari, Martina Gregori, Mattia Hayn, Chiara leopardi, Maura Leoncilli, Ludovica Leopardi, Arianna Lucci, Emiliano Martino, Sara Massenzi, Rita Miarelli, Benedetta Moroni, Emanuela Mustafa, Francesca Perleonardi, Ilaria Pierantoni, Federico Quattrociocchi, Lucrezia Quattrociocchi, Desy Regoli, Daniele Sasanelli, Beatrice Serangeli, Viola Taraddei, Michela Ventotto, Sara Verucci
regia Arduino Speranza
 
«Chi sono io se non sono io? Quando guardo il mio uguale a me, vedo il mio aspetto, tale e quale, non c’è nulla di più simile a me! Io sono quello che sono sempre stato? Dov’è che sono morto? Dove l’ho perduta la mia persona? Il mio me può essere che io l’abbia lasciato? Che io mi sia dimenticato? Chi è più disgraziato di me? Nessuno mi riconosce più, e tutti mi sbeffeggiano a piacere. Non so più chi sono! Queste sono alcune delle domande che tormentano sia i protagonisti dell’Anfitrione, scritto da Plauto più di 2000 anni fa, che molti di noi oggi. Il doppio, la costruzione di un’identità fittizia, il furto dell’identità, la perdita dell’identità garantita da un ruolo sociale, sono i temi che Plauto ci consegna in una forma nuova, da lui definita tragicommedia, perché gli accadimenti riguardano dei, padroni e schiavi. In essa il sommo Giove, dopo essersi trasformato nelle più svariate forme animali, vegetali, naturali, decide, per la prima volta, di camuffarsi da uomo. Assume le sembianze di Anfitrione, lontano da casa, per potersi accoppiare con sua moglie, la bella Alcmena, e generare con lei il semidio Ercole. Giove-Anfitrione durante la notte d’amore, lunga come tre notti, racconta ad Alcmena, come se li avesse vissuti personalmente, episodi del viaggio di Anfitrione. Durante il racconto il dio provò, per la prima volta, un’ilarità che poi si premurò di lasciare in dono agli uomini. Abbandonato il regno delle metamorfosi, si entrava in quello della contraffazione” (R. Calasso). “Aprite gli occhi spettatori, ne vale la pena: Giove e Mercurio fanno la commedia, qui” (Plauto). Da quel momento nelle rappresentazioni teatrali il comico e il tremendo avrebbero convissuto e avrebbero specchiato le nostre vite mortali ed imperfette. Dopo Plauto in tanti hanno riscritto l’Anfitrione e ciascuno l’ha fatto cercando di ascoltare gli stimoli e le inquietudini del proprio tempo. Ho provato a farlo anch’io» (Arduino Speranza).
 
Esodi
I.I.S. B. Scappi di Castel San Pietro Terme (BO)
con Alessandro Arnò, Jessica Chen, Nura Farag, Francesco Ferraro, Erika Innocenti, Eleonora Mammolini, Martina Miconi, Marina Pizzella, Francesca Ricciotti, Davide Sapio, Francesco Zaniboni
regia Gigliola Fuiano
 
Partendo dall’esodo istriano-dalmata-giuliano vengono ripercorsi alcuni esodi del Novecento per arrivare a quelli di cui siamo testimoni quotidianamente. Una selezione di testi e musiche miscelata alla produzione di video di carattere storico e metaforico da parte degli studenti dell’Istituto.
 
Pierina e il lupo
Centro 21 di San Lazzaro di Savena (BO) fuori concorso

con Luca Baldi, Domenico Bruno, Sara Buzzoni, Luca Castellano, Nicola Moretti, Giovanni Ortensi, Andrea Poli, Fabio Poli
laboratorio e regia a cura di Biljana Hamamdzieva
 
C’era una volta una bambina che si chiamava… Cappuccetto rosso! No, no, nella nostra storia oltre alla bambina ci sono anche degli animali come il lupo, il... il lupo! Allora stiamo parlando del lupo e i sette capretti! No, no e no. La nostra storia si chiama Pierina e il Lupo. Mai sentita questa storia! Allora siediti e ascolta…

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202