Festival delle Scuole 2019

Festival delle Scuole 2019

Domenica 19 maggio 2019

La scelta di Holden | ore 15.00
I.I.S. Montessori-Da Vinci di Porretta Terme (BO) 1° gruppo  
L'Icaro involato (o di quella volta che tutti i personaggi scapparono via dal loro autore) | ore 15.00
I.I.S. Montessori-Da Vinci di Porretta Terme (BO) 2° gruppo
Black Friday | ore 15.00
I.I.S. Montessori-Da Vinci di Porretta Terme (BO) 3° gruppo
 
God | ore 21.00
Liceo Scientifico A. Righi di Bologna 1° gruppo teatro in lingua
 

posto unico € 8,00

La scelta di Holden
I.I.S. Montessori-Da Vinci di Porretta Terme (BO) 1° gruppo
con Eleonora Bragadin, Giulia Casalini, Ilenia Collura, Rosita De Luca, Jamal Essamlali, Kacper Lapinski, Auatif Leghris, Angie Malfarà, Alice Manfredi, Lorenzo Morlino, Astrid Omenti, Iman Ould Talba, Sofia Panziera, Veronica Pasquali, Lucia Powar, Chantal Sabattini, Nicole Venturi, Anna Zhuka
regia Nicola Bonazzi

Il giovane Holden è uno dei libri più noti del Novecento, amato da generazioni di ragazzi e ragazze. Da lì siamo voluti partire, provando a forzare l’idea abituale di “messa in scena” proprio in virtù della sovrapposizione tra la storia di Holden e quella di un qualunque ragazzo dei nostri giorni. E dunque la trama si scomporrà in una serie di “scelte” che il protagonista è chiamato a effettuare (secondo le regole della drammaturgia occidentale), attraverso una modalità partecipativa che gli attori dovranno essere in grado di gestire e che, in sede, di note di sala, sarebbe inopportuno rivelare...

L'Icaro involato (o di quella volta che tutti i personaggi scapparono via dal loro autore)
I.I.S. Montessori-Da Vinci di Porretta Terme (BO) 2° gruppo
con Giada Aria, Beatrice Brunini, Antonio Caggianelli, Nicole Canella, Andrea Ciancabilla, Andres Ciobanu, Yassine Ez Zahir, Benedetta Fuzzi, Laura Fuzzi, Lucia Gandolfi, Meriem Majdouli, Riccardo Marmi, Matilde Marchioni, Noemi Montebugnoli, Davide Padovan, Lia Piccinini, Amal Simou, Francesco Sotgia, Niccolò Venturi
regia Giulia Franzaresi e Silvia Lamboglia

A pensarci, è semplicissimo: basta lasciare un manoscritto aperto, basta un filo di vento in più a far prendere il volo a tutti i personaggi che stanno incastonati nelle pagine dei nostri libri di letteratura. Così, un giorno, il giovane e sperduto Icaro, nato da sole dieci pagine, si ritrova catapultato in metropolitana, poi in salotti letterari, con Amleto, con Lucia, con Vladimiro ed Estragone: per la prima volta tutti liberi di scegliersi il proprio destino da soli, senza aspettare di morire a pagina dodici o di assassinare la propria famiglia a pagina quarantatré… finché i loro autori non si mettono sulle loro tracce d’inchiostro.

Black Friday
I.I.S. Montessori-Da Vinci di Porretta Terme (BO) 3° gruppo
con Asya Bodecchi, Vincenzo Capasso, Beatrice Cattani, Sara Fahil, Ester Ferrari, Sophia Furia, Alessio Giacobazzi, Erasmo Giacomelli, Federica Guida, Rajae Laaziz, Giuliani Livi, Andrea Mattiello, Julia Medrzycka, Magdalena Medrzycka, Luna Montebugnoli, Dafne Moruzzi, Viola Mussi, Annalisa Pazzaglia, Samuele Pennesi, Giacomo Ropa, Esmeralda Salsedo, Denzel Simms, Gabriel Timpa, Samuele Tonelli, Leonardo Venturi, Lyam Zaccaria
regia Giacomo Armaroli

In un moderno centro commerciale, lo Scotland Mall, si scatena una guerra: la guerra per i saldi. Ma fra i fedeli del direttore Duncan, sorge il nobile Macbeth, il valoroso Macbeth che sconfitti gli avversari scopre di essere il favorito del direttore. Sarebbe anche un bravo ragazzo, il nobile Macbeth, ora nominato caporeparto, ma sua madre, Lady Macbeth, vuole di più per suo figlio e per sé. L’odio e lo status sociale calpestato scateneranno l’odio e la guerra fratricida per la conquista dello Scotland Mall. Chi vincerà?
 
God
Liceo Scientifico A. Righi di Bologna 1° gruppo teatro in lingua
con Alessia Andreon, Raffaele Antonelli, Tommaso Antonelli, Leonardo Baraldi, Giada Basili, Francesco Battistini, Annalaura Corvucci, Giulia Di Liberto, Filippo Maria Gensini, Giacomo Gianni, Raffaele Giordano, Arianna Giuliante, Rossana Masi, Ilaria Matteuzzi, Nilufar Mokbari, Sara Musiani, Caterina Osti, Alessandro Pasi, Giacomo Proni, Linda Savino, Alice Sbarro, Sofia Zazo
regia Lea Cirianni
 
Grecia. Atene. 450 a.C. Sta per iniziare il festival ateniese del dramma antico. Cratino, Epàtite, e Còlite ancora non hanno trovato il finale della loro commedia. Il fatto è che è sempre il finale il problema… basterebbe trovare un finale d’effetto, tornare indietro e scrivere la commedia… ma come risolvere la storia di Fidipide lo schiavo? Ma ecco l’arrivo provvidenziale di Trichinosi che con la sua invenzione straordinaria salverà la commedia: deus ex machina! Zeus arriverà, maestosamente, tra tuoni e fulmini, a salvare l’eroe! Ma se Dio salva tutto, l’uomo non è più responsabile delle proprie azioni? Si impone una riflessione: Dio esiste? E l’uomo è libero di fare ciò che gli pare? Il suo destino è già scritto o ne può essere l’autore? La discussione coinvolgerà anche il pubblico. O meglio, coinvolgerà quelle persone che saranno li, quella sera, a vedere la commedia e interpreteranno per noi il ruolo di pubblico. Già perché infondo, siamo tutti personaggi, inconsapevoli, nella grande commedia della vita! Ma ecco che lo spettacolo può iniziare! E così Fidìpide il protagonista, interpretato da Diàbete, affronta un po’ a mala voglia il suo destino. Accompagnato dal sempre presente coro e istigato dalle parche burlone si troverà davanti alla temibile regina, per consegnargli un messaggio con la risposta da lei tanto attesa. Ma quale sarà la domanda? Da ciò può dipendere il destino di Fidipide … Arriverà il deus ex machina? Come finirà questa commedia? E soprattutto ce l’ha un finale? Una commedia irriverente ed esasperata, un crescendo epico e divertente, pungente e un po’ folle dove attori e personaggi si alternano e confondono, uomini e donne, fittizi o reali, confusi e impotenti sono sempre alla ricerca della stessa risposta: il finale. Quel finale, quel punto d’arrivo dal quale partire per riscrivere la commedia della propria vita, che può dare il senso alla vita, alla loro vita, alla nostra vita.

 

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202